giovedì 22 ottobre 2009

Nutrire un bambino è una grande responsabilità

Ciò che contribuisce a tenerci in buona salute è certamente ciò che aiuta a disintossicarci e a ripulirci dentro, unito però ad un insieme di buone abitudini e tanto buon senso, è uno stile di vita che si accompagna a tanta buona volontà e caparbietà. Come genitori non dobbiamo dimenticarci che abbiamo anche la grande responsabilità di informarci, di leggere il più possibile per imparare a nutrire nel modo migliore i nostri figli.
Occorre introdurre nella loro dieta quotidiana un arcobaleno di colori senza dimenticare proteine, grassi e carboidrati e questa attenzione è ancora più importante quando si tratta di alimentazione infantile.
Se vi è capitato di aver letto da qualche parte su internet di bambini vegani che si sono ammalati, di  bambini sottopeso poichè figli di mamme vegane, di genitori crudisti accusati di non alimentare correttamente i propri figli e questioni simili, allora, prima ancora di trarre conclusioni affrettate, chiedetevi che cosa esattamente mangiassero quei bimbi. Ci si può infatti ammalare semplicemente mangiando giorno dopo giorno sempre le stesse cose ... 

Le notizie non sono mai complete e parte della verità viene spesso omessa appositamente. Non viene quasi mai detto dettagliatamente come vengono alimentati quei bambini che soffrono di carenze alimentari ma viene sempre ben sottolineato il tipo di dieta scelta dai loro genitori ai fini di screditare per lo più veganismo e crudismo.
L'allarmismo che si crea in relazione alle informazioni parziali e allarmistiche che si pubblicano sui mass-media è sufficiente per far allontanare tante persone non sufficientemente motivate facendole desistere dal seguire scelte così impegnative.
Una cosa  però bisogna ribadirla: non basta infatti proclamarsi crudisti per essere automaticamente bravi genitori e persone equilibrate. Soprattutto, nutrire un bambino correttamente è diverso dal dover nutrire se stessi, è una grossa responsabilità e presuppone tanta saggezza e preparazione.
Ispiriamoci sì all'esperienza degli altri ricordandoci però di mantenere un certo equilibrio non affidandoci a persone che si improvvisano esperte e che in realtà non lo sono e non dimentichiamoci che il crudismo non è una religione, è un faro che deve guidarci senza ossessioni, senza crearci sensi di colpa e frustrazioni. Lo scopo è ritrovare la salute e far crescere i nostri bambini nel modo più sano possibile, ogni passo avanti è una conquista in questa direzione  mentre troppa rigidità non è quasi mai la scelta migliore potendo diventare motivo per abbandonare questa scelta a causa delle difficoltà incontrate nel mettere in atto contemporaneamente tanti buoni principi salutistici.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget