venerdì 15 luglio 2011

Oggi scrivo poche righe,sono in una spiaggia toscana, molto affollata e piena di famiglie. Constato con dispiacere e come al solito che i miei tre bambini sono gli unici a mangiare frutta persino a merenda, momento prezioso perchè lontano dai pasti e dunque il più appropriato per assimilarne le vitamine e l'acqua vitalizzante. Constato con tristezza che non ci sono generalmente genitori che si prendono la "briga" di portare con sé qualche buon frutto...e penso che sia davvero una questione di pigrizia mentale oltre che di non preparazione... Vedo intorno a me tanti bambini obesi e li vedo mangiare merendine in continuazione, gelatini, biscottini con la crema, bomboloni, pizzette, schiacciatine, tutto cibo confezionato, devitalizzato, ben lontano dalle esigenze nutrizionali di un corpo in crescita ma molto "capaci" di creare depositi di grasso ... E' deprimente, d'altronde i genitori si alimentano allo stesso modo e non possono rappresentare un buon modello alimentare per i loro figli. Però se ne parli ti dicono che la loro costituzione è questa, sono nati già robusti, ... e tante altre cose insensate. Basta osservare per capire!

2 commenti:

  1. Come al solito il problema è la consapevolezza. Certo che non è facile essere consapevoli a fondo e su tutto, però qualche domanda in più su noi stessi e le nostre abitudini ereditate dovremmo farcela.
    Complimenti per la tenacia nel crescere i figli quanto più "crudi" possibile :)

    RispondiElimina
  2. Grazie Epineo, è proprio questione di tenacia, e ce ne vuole davvero tanta!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget