sabato 5 settembre 2009

Fate la cosa migliore per voi ed i vostri bambini!




  • Ricordate sempre che mangiare un frutto anche se non sempre biologico è sempre meglio che mangiare un qualsiasi snack, una qualsiasi merendina, un qualsiasi biscotto.
  • Cominciate a sostituire le proteine animali  con quelle di origine vegetale, per esempio con la crema di mandorle (il non plusultra se è cruda), di arachidi, di pinoli, di anacardi, di noci, di semi di girasole,  con la tahina, con il seitan, con lenticchie, piselli, ceci se non siete ancora crudisti. Queste creme si possono fare in casa senza pastorizzazione, aggiunta di aromi e altre sostanze nocive: essere crudisti non vuol dire per forza dover spendere di più per alimentarsi ma dedicare più tempo all'alimentazione, questo sì. Però poi ci si fa la mano e si scopre che è importante organizzarsi, fare scorta di frutta, semi e noci, nocciole, mandorle, di modo che si ha tutto a portata di mano al momento giusto. Se non ci si organizza si rischia sicuramente di ricorrere a cibi "pronti", altamente calorici perchè saturi di grassi nocivi, conservati, devitalizzati e privi di autentico potere nutritivo.
  • Procuratevi una centrifuga o un omogeneizzatore per poter preparare succhi di verdure fresche che si possono poi leggermente riscaldare per i bambini. Si possono fare in casa tanti purè e frullati rigorosamente crudi, oppure provare a fare quelli che gli americani chiamano smoothies. Ogni smoothie è diverso, ogni volta si può aggiungere un frutto fresco che si ha sottomano e creare una nuova ricetta spesso aggiungendo anche verdura. Vi  riporto la ricetta base per fare uno smoothie gradevole per il palato dei bimbi: prendete una tazza di frutta fresca (banana, mango, pera, fragola, more, ananas, fico, pesca, etc...), 1/2 tazza di frutta congelata (banana, fragola, mango,...), aggiungere almeno 3 datteri o 3 fichi secchi per addolcire, un pò d'acqua di modo di raggiungere la consistenza desiderata. Al posto dell'acqua si può utilizzare 1/4 di tazza di anacardi o mandorle e 1/2 tazza di acqua, in pratica latte vegetale. Si può anche aggiungere un cucchiaio di tahina che ha tanto calcio facilmente assimilabile, ha una buona percentuale di grassi benefici ed è calorica, dunque molto adatta all'alimentazione infantile.
  • Quando si diventa crudisti ci si dimentica la classica impostazione dei pasti (primo, secondo, ...), si impara il valore della semplicità, ci si riavvicina alla natura, ci si nutre di pochi cibi alla volta e cucinare diventa un gioco, non è più un obbligo. Le regole sono poche ma essenziali per aiutare il corpo a disintossicarsi: mangiate in modo semplice e facendo attenzione a non combinare male gli alimenti. La digestione dei cibi crudi è facile ma è sempre consigliabile non fare troppi miscugli, non mangiare più di tre frutti diversi nello stesso tempo, non unire frutta acida a frutta dolce, non unire le proteine ai carboidrati (tipo noci, semi o legumi secchi con cereali, patate,...). Fate attenzione a non mangiare più di un cibo proteico alla volta e mangiate la frutta come pasto unico, possibilmente senza mischiarla ad altri cibi ad eccezione di sedano, lattuga, o più generiacamente verdura verde. Il melone comunque va sempre mangiato da solo.

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget