martedì 13 settembre 2011

Questa società tanto evoluta sembra povera di gioia

Condivido con voi alcuni pensieri che mi sono sorti alla lettura di un post di un caro amico. Intorno a noi, soprattutto nelle nostre città, caotiche e inquinate all'inverosimile, tanto cemento, tanta fretta, tanto stress ci rubano la gioia di vivere. Si incontrano tante persone con visi tirati e ombrosi, preoccupate a causa dei problemi economici che le attanagliano, visibilmente depresse e diffidenti. Questo ci procura dispiacere nei loro confronti perchè fortunatamente non siamo solo concentrati su noi stessi. Abbiamo sensibilità, occhi per vedere e possibilità di riflettere e ci rendiamo conto di non potere essere di grande aiuto per i nostri limiti personali e a causa dei nostri tanti impegni. Nel nostro piccolo potremmo comunque essere positivi e d'aiuto "usando" la nostra semplice forza di volontà.  Siamo preoccupati per il benessere altrui? Allora  è importante sapere che l'unico influsso che possiamo avere sugli altri è cercare di vederli come loro vogliono essere,  purtroppo non possiamo creare nulla all'interno della loro esperienza nè sostituirci al posto loro. Possiamo concentrarci intensamente su qualcosa di positivo  con tutta la nostra forza ed il nostro entusiasmo fino al punto di poter influenzare i pensieri delle persone che ci sono care. Però non possiamo pensare al posto loro. Le persone che soffrono "stanno creando con le loro mani il proprio dolore, pensando a cose che non vogliono. Sono i pensieri che stanno pensando, le parole che stanno dicendo e le cose che stanno facendo a produrre la risposta emozionale (la sofferenza) del loro Essere Interiore. Ora, ciò che si può fare per loro è proporre un esempio di gioia, diventare un Essere che pensa solo a ciò che desidera, che parla solo di ciò che desidera, generando così dentro di sè solo emozioni gioiose.... Non avete altra scelta che permettere agli altri di vivere qualunque esperienza stiano attirando, perchè non si può pensare al posto loro o vibrare al posto loro. Mantenete dunque il vostro equilibrio, la vostra gioia, a prescindere da quello che fanno gli altri. L'aiuto che si offre così è che, rimanendo in equilibrio e connessi al proprio Essere Interiore, allineati con le magnifiche sorgenti vitali dell'Universo, e mantenendole come oggetto della propria attenzione, anche gli altri ne traggono vantaggio. Meglio vi sentite mentre pensate agli altri, più forte sarà la vostra influenza positiva." (citazioni tratte dal testo La legge dell' Attrazione, Hicks)

La maggior parte delle persone non crede di aver alcun controllo sul proprio stato d'animo, perchè non riesce ad assumere il controllo delle situazioni cui lo stato d'animo non fa che rispondere. "E' la loro sfiducia nel controllo della loro esperienza a essere responsabile dell'assenza di gioia. Ma dobbiamo ricordarci che se continuiamo ad occuparci dell'assenza di gioia, anche la gioia svanirà. Continuando invece a coltivare pensieri che ci facciano sentire meglio, ne attiveremo sempre di nuovi e la nostra nuova vita rifletterà questi cambiamenti nel nostro modo di pensare. ... A causa della Legge di attrazione, ogni individuo è come un potente magnete, che in ogni momento attira a sè ciò che corrisponde al suo stato d'animo..".
E voi cosa ne pensate? Avete letto il libro La legge di Attrazione ?

2 commenti:

  1. Ciao Letizia! Bel post! :)
    Io ci credo a quanto hai scritto e sembra che ormai ci creda anche la scienza. L'epigenetica parla di questo principio nei confronti della salute, Bruce Lipton ne sa qualcosa e ne parla nel video "La mente è più forte dei geni": http://www.youtube.com/watch?v=18BfgLbmMBY
    Il libro "La legge di Attrazione" non l'ho letto, vedrò di procurarmelo. ;)
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. ciao Epineo, mi fa piacere aver ricevuto il tuo commento e ti ringrazio per il link che mi hai suggerito. Davvero interessante la conferenza di Lipton. Scopro solo adesso l'epigenetica grazie a te. Quanti medici dovrebbero aggiornarsi e attuare una rivoluzione nell'ambito delle loro conoscenze ...

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget